Diaframmi

Diaframmi

La moderna tecnologia esecutiva, ha permesso il sempre più frequente ricorso ad opere di fondazione e di contenimento costituite da pareti gettate direttamente nel terreno.
Queste paratie, chiamate comunemente diaframmi, sono sostanzialmente dei muri di cemento armato scavati nel terreno con appositi macchinari muniti di benne a comando idraulico o meccanico, in grado di praticare nel sottosuolo uno scavo a facce parallele di dimensioni variabili. 

Il sostentamento delle pareti con fanghi bentonitici, la posa del calcestruzzo e dell'armatura, vengono effettuati in modo del tutto analogo ai pali trivellati.
Lungo l'asse longitudinale del diaframma si costituiscono due cordoli di cemento armato (coree), con funzione di sostentamento dello scavo e di guida dell'attrezzatura.
Lo scavo, eseguito a pannelli rettangolari, di spessore compreso fra 40 e 120 cm. viene riempito con fanghi bentonitici e, una volta proceduto alla posa della gabbia metallica, si provvede al riempimento con calcestruzzo di adatta granulometria e consistenza.
Le profondità da raggiungere sono determinate in ragione delle condizioni di carico e di vincolo realizzabili.
L'attrezzatura attualmente disponibile sul mercato consente di raggiungere profondità di circa 50 metri.

Diaframmi continui in calcestruzzo armato a pannelli accostati ad andamento planimetrico lineare, eseguiti in terreni sciolti non eccessivamente permeabili, gettati in opera in presenza di fanghi bentonitici con idonei giunti spalla tra i pannelli con cassero profilato a coda di rondine in modo da garantire la compenetrazione e la tenuta idraulica, compresi lo scavo a vuoto, il trasporto alle discariche autorizzate dei materiali di risulta e dei fanghi residui entro una distanza di 10 km, eventuale dissabbiamento dei fanghi bentonitici, la formazione e la demolizione dei cordoli di guida di dimensione normale (singola sezione 0,25 m x 0,80 m), la fornitura ed il getto del calcestruzzo con resistenza caratteristica cubica a 28 giorni di maturazione Rck > = 250 Kg/cm2 fino a 1,20 volte il volume teorico dello scavo e la realizzazione delle vasche per la bentonite in prossimità delle attrezzature, la fornitura di acqua ed energia elettrica, la formazione di accessi e piani di lavoro, la rettifica (scapitozzatura) della testa dei diaframmi, la regolarizzazione delle pareti a vista, esclusi: la fornitura e posa in opera dell'armatura d'acciaio, l’uso dello scalpello, i controlli non distruttivi previsti dalla D.L.    

- Fornitura e posa di gabbie d’armatura opportunamente saldate e irrigidite per una corretta posa    
- Eventuale uso di scalpello o benne speciali per demolizioni di trovanti e/o di strati di terreno consistente    
- Sovrapprezzo per scavo in terreni grossolani costituiti da ghiaie e sabbie con presenza di ciottoli

Geofondazioni Ingegneria e Lavori s.r.l.

P. Iva 03077500274
Numero R.E.A.: PS - 280266
Capitale sociale interamente versato:
€ 52.000,00

Sede

Via Boschi, 30
Telefono: +39 041 5403194
Fax:  +39 041 5402870
Email: geofondazioni@geofondazioni.it
PEC: geofondazioni@geofondazioni.it