Pali Prefabbricati

La Geofondazioni Ingegneria e Lavori s.r.l. svolge la sua attività nel campo delle fondazioni speciali mediante infissione di pali, prefabbricati presso stabilimenti che operano in regime di controllo qualità e marcatura C.E.
La produzione di serie comprende:

  • pali monolitici di lunghezza variabile da 5 a 18 m; a seconda della geometria della sezione si suddividono in troncoconici e cilindrici
  • pali giuntati da utilizzarsi per lunghezze superiori ai 18 m.

I pali, prodotti in serie dichiarata, sono confezionati con armatura costituita da barre longitudinali. Numero e diametro delle barre sono studiati in modo da assorbire le azioni cui è soggetto il manufatto durante la sua movimentazione (trasporto, scarico e rizzamento, che rappresentano gli istanti di maggior sollecitazione anche rispetto ad una usuale condizione di esercizio). Il calcestruzzo utilizzato per il getto è confezionato con materie prime la cui qualità è costantemente tenuta sotto controllo; ne risultano impasti ad elevata resistenza a 28 gg, tali da garantire al manufatto una classe RcK 50 N/mm2. L’azione meccanica della centrifugazione utilizzata per costipare il calcestruzzo, consente di ottenere un impasto estremamente compatto che conferisce al prodotto finito doti di impermeabilità, di protezione delle armature e quindi di durabilità. Questa qualità torna particolarmente utile negli impieghi in ambienti aggressivi, cui si aggiunge l’opportunità di utilizzare cementi pozzolanici del tipo AIV rendendo il palo praticamente inattaccabile dagli agenti esterni.

Caratteristiche dei materiali e controlli

La produzione in stabilimenti di prefabbricazione rende i manufatti soggetti a controllo in tutte le varia fasi di lavorazione. Detti controlli sono tutti documentati e permettono di attivare una statistica mirata ad un continuo perfezionamento del processo produttivo, e ad una costanza circa le proprietà e le qualità dei prodotti forniti. Ragionando in quest’ottica, consona al sistema qualità, gli stabilimenti non effettuano soltanto i controlli sui materiali richiesti dagli applicativi della L. 1086/71:

  • prove di allungamento, snervamento, rottura e piegamento sull’acciaio
  • prove di resistenza a 28 gg. su cubi di calcestruzzo soggetti sia al controllo statistico interno di tipo B che al controllo a campione di tipo A effettuato a cura di un laboratorio ufficiale, ma sono attivati con procedure di controllo sulle materie prime fornite, con prove controlli e collaudi durante tutte le fasi del processo produttivo e con controlli sui prodotti finiti

Infissione

L’infissione nel terreno dei pali prefabbricati si ottiene usualmente con battipalo dotato di maglio diesel, o in alcune applicazioni particolari con maglio a caduta libera; le dimensioni del maglio (peso della mazza ed energia sviluppata) vengono scelte adeguandole alle dimensioni e alle prestazioni del palo da infiggere.

  L’INFISSIONE CON MAZZA IDRAULICA

Per l’esecuzione del lavoro completo, in corrispondenza delle aree più  limitrofe agli edifici, è previsto l’impiego di attrezzatura con mazza idraulica poiché consente di modulare l’altezza di caduta e quindi di contenere ulteriormente il disturbo dovuto all’infissione.

Nel battipalo idraulico l’energia trasmessa può essere tenuta sotto controllo e regolata in funzione del risultato che si vuole ottenere: questa prerogativa in generale consente di individuare per ciascun cantiere la miglior combinazione di energia e frequenza che ottimizzi la produttività, ma lo rende particolarmente indicato quando si affrontano problemi inerenti le vibrazioni in quanto è possibile commisurare i valori di energia e frequenza alle velocità delle particelle del terreno in modo da minimizzarne i valori rilevati.

Il problema della trasmissione delle vibrazioni non solo trova riscontro nella scelta della tecnologia di battitura ma sono possibili particolari accorgimenti operativi attraverso i quali viene attenuata la propagazione delle vibrazioni stesse.

Tali accorgimenti cambiano a seconda del particolare contesto in cui si va ad operare; in altri termini la loro efficacia è legata al piano di imposta delle fondazioni dei fabbricati circostanti la zona di intervento, come anche alla particolarità della situazione stratigrafica interessata.

Così ad esempio nel caso di fondazioni superficiali può essere sufficiente lo scavo di una trincea a una profondità pari o superiore di 1,00 m dal piano di imposta delle fondazioni e orientata parallelalmente ai fabbricati interessari; in questo modo sono intercettate le velocità delle particelle del terreno in superficie e viene evitato il coinvolgimento diretto delle fondazioni.

Qualora non sia realizzabile una trincea si può ricorrere come già accennato all’esecuzione di un preforo che può essere limitato ai pali più prossimi all’edificio esistente. 

Vantaggi per il cantiere con i pali prefabbricati

  1. Impiego di prodotti soggetti a controllo le cui caratteristiche (resistenza materiali e lunghezza palo) sono certe fin dall’origine.
  2. Possibilità di controllare lunghezza necessaria e portata per ciascun elemento infisso, sulla base dell’energia sviluppata dalla mazza, delle caratteristiche del palo e della risposta del terreno (rilievo del rifiuto = affondamento del palo ad ogni colpo del maglio)
  3. Velocità di esecuzione: la mazza diesel ha un' elevata efficienza e quindi è possibile infiggere molti pali nell’arco della giornata (il numero può variare da 15 a 40 pali/giorno per attrezzatura, a seconda della lunghezza dei pali, del loro diametro e della resistenza offerta dal terreno). Particolari esigenze di tempistica (se le dimensioni del cantiere lo consentono) richiedono l’impiego di più attrezzature ottenendo una produzione anche di 100 pali/giorno.
  4. Possibilità di effettuare le prove di collaudo (prove di carico statiche o dinamiche) senza dover attendere la stagionatura del calcestruzzo.
  5. Estrema pulizia del cantiere. L’infissione dei pali non necessita di acqua e/o fanghi bentonitici e non vi sono sfridi di lavorazione.

Geofondazioni Ingegneria e Lavori s.r.l.

P. Iva 03077500274
Numero R.E.A.: PS - 280266
Capitale sociale interamente versato:
€ 52.000,00

Sede

Via Boschi, 30
Telefono: +39 041 5403194
Fax:  +39 041 5402870
Email: geofondazioni@geofondazioni.it
PEC: geofondazioni@geofondazioni.it